Connect with us

Cosa stai cercando?

Calcio

Città di Pomezia poco cinica: un punto con la Vis Santa Maria delle Mole

La Città di Pomezia semina tanto, ma non raccoglie in proporzione alla mole di gioco prodotta nell’arco dei novanta minuti. La squadra del presidente Antonio Maniscalco si fa imporre la divisione della posta casalinga dalla Vis Santa Maria delle Mole (1-1), colleziona il settimo punto in campionato, ma perde leggermente contatto dalla capolista Arco di Travertino.

La Città di Pomezia semina tanto, ma non raccoglie in proporzione alla mole di gioco prodotta nell’arco dei novanta minuti. La squadra del presidente Antonio Maniscalco si fa imporre la divisione della posta casalinga dalla Vis Santa Maria delle Mole (1-1), colleziona il settimo punto in campionato, ma perde leggermente contatto dalla capolista Arco di Travertino, cinica a sua volta a fare bottino pieno nella tana della Virtus Anzio. I rossoblù partono bene, sciorinano una manovra lineare e, a riprova di un maggior possesso palla, sbloccano il punteggio, alla mezz’ora esatta, per merito di Cariello, bravo a finalizzare dall’interno dell’area una pregevole azione corale. L’ex Indomita Pomezia e Virtus Ardea lascia abilmente sul posto un difensore marinese e trafigge di giustezza l’incolpevole Fracassi. La Città di Pomezia, prima dell’intervallo, ha la possibilità di consolidare il vantaggio con lo stesso Cariello, il quale scatta abilmente sul filo del fuorigioco e opta per il pallonetto con il portiere proteso in uscita, ma calibra male la parabola e spedisce il pallone clamorosamente sopra la traversa. Successivamente ci prova il generoso Campo a portare i rivali di turno a distanza di sicurezza, ma la sua conclusione dal limite dell’area si stampa sulla base del palo. La Vis Santa Marina delle Mole si rimbocca le maniche in apertura di ripresa e, al dodicesimo giro di orologio, trova la giocata giusta per pareggiare i conti con un’astuta combinazione in verticale: Raparelli si incunea tra Giacoia e Chisari, sugli sviluppi di un lungo lancio dalle retrovie di un compagno, e infila l’incolpevole Solimeno proteso in uscita. Mister Bacchiocchi, a quel punto, effettua qualche cambio mirato e getta nella mischia Issouf Traorè, arrivato soltanto tre mesi fa dal Mali a Lampedusa. La società pometina, con grande sensibilità, ha avviato per lui e altri quattro ragazzi extra-comunitari un processo di integrazione. Proprio l’esterno di origine africana fornisce a Federico Tortora un assist perfetto. Il centrocampista pometino ha la possibilità di calciare il classico rigore in movimento, ma pecca di cinismo, tira troppo debolmente e consente a Fracassi di bloccare la sfera senza soverchie difficoltà. I padroni di casa provano sino alla fine del match a spostare l’ago della bilancia dalla propria parte. Le occasioni migliori capitano al baby De Simone (classe 2003), il quale calcia due volte dall’interno dell’area, ma in entrambi i casi si fa ribattere la conclusione da un difensore rivale. La Città di Pomezia, dunque, archivia con un pareggio la prima delle due gare consecutive casalinghe previste dal calendario e, tutto sommato, non può fare altro che mordersi le mani per aver gettato alle ortiche svariate occasioni nitide dal gol.

Antonio Gravante

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scritto da

Calcio a 5

La società lidense affida il timone della squadra, dopo la separazione consensuale con Fantozzi, all'ex tecnico dell'Under 21 de La Pisana: "Prometto il massimo...

Calcio a 5

Il quintetto del presidente Schiavi paga dazio in Toscana, chiude al secondo posto il triangolare e non riesce a conquistare il pass per l’ultimo...

Calcio a 5

Il quintetto del presidente Cirillo si inchina alla distanza, nella splendida cornice del Pala Cattani di Faenza, alla compagine siciliana. I capitolini partono forte...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.