Connect with us

Cosa stai cercando?

Tornei

BefanCity 2024, Pro Calcio Cecchina e Città di Pomezia alzano la coppa al cielo

Grande successo nella giornata d’apertura della kermesse sportiva giovanile: la squadra castellana trionfa nella categoria 2013, mentre quella pometina si rivela profeta in patria con i 2014. Pomezia Academy e Akkademy Aprilia si devono accontentare della piazza d’onore.

La squadra del 2013 della Pro Calcio Cecchina (Foto Digital Discount Ardea)

La squadra del 2014 della Città di Pomezia (Foto Digital Discount Ardea)
La formazione del 2013 del Pomezia Academy (Foto Digital Discount Ardea)
La formazione del 2014 dell’Akkademy Aprilia (Foto Digital Discount Ardea)

Un’ottima organizzazione, squadre tecnicamente attrezzate e una massiccia affluenza di pubblico si rivelano le chiavi del successo della prima giornata del Torneo di calcio giovanile BefanCity 2024, organizzato minuziosamente dall’U.S.D. Città di Pomezia del presidente Antonio Maniscalco, sul manto sintetico del Comunale di via Zara a Torvaianica, grazie alla fattiva collaborazione di Mimmo Cariello e Massimiliano Ricci e alla comprovata esperienza di Samantha Scocchi, bravissima a coordinare tutte la giornata di gare. La kermesse sportiva, come da locandina, si doveva snodare nell’arco dell’intero fine settimana, ma le avverse condizioni meteorologiche hanno costretto i “deus ex machina” del Torneo a posticipare le successive due giornate al mese di febbraio. Al momento, di conseguenza, sono scese in campo soltanto le formazioni del 2013 e del 2014, le quali hanno deliziato i numerosi sportivi presenti in tribuna con giocate degne decisamente di palcoscenici più importanti. Ad iscrivere per prime il proprio nome nell’Albo d’Oro della manifestazione sportiva pometina sono state la Pro Calcio Cecchina (2013) e i padroni di casa della Città di Pomezia (2014). Ma andiamo con ordine. Sfoderando una prova collettiva maiuscola, la compagine castellana ha avuto ragione in finale del Pomezia Academy (3-1). Dopo una prima fase sostanzialmente di studio, la Pro Calcio Cecchina ha preso in mano il pallino del gioco e ha piazzato un micidiale uno-due grazie alle reti di Cianfrocca e Cena. I ragazzi allenati da Attanasio, animati da una grande voglia di riscatto, hanno avuto una rabbiosa reazione e hanno dimezzato le distanze con Pannunzio, il quale ha avuto il merito di rendere ancora più avvincente il finale di gara. La formazione castellana, onde evitare spiacevoli sorprese, ha alzato ulteriormente l’asticella del livello di concentrazione e ha chiuso definitivamente i conti con Petricca, il quale ha infilato il portiere rossoblù da distanza ravvicinata e ha messo la classica ciliegina sulla torta sulla preziosa vittoria. La finalissima riservata ai nati nel 2014, invece, è risultata ancora più ricca di emozioni. La Città di Pomezia ha piegato in rimonta la resistenza di una quadrata Akkademy Aprilia (4-2) e ha coronato il classico sogno nel cassetto di diventare profeta in patria. La sfida è cominciata sotto il segno degli apriliani, i quali hanno sbloccato il punteggio con Girina, bravo a infilare il portiere di casa con un preciso diagonale. La squadra allenata dal binomio Martinelli-Relucenti, pungolata nell’orgoglio, ha avuto una rabbiosa reazione e ha ribaltato il punteggio a proprio favore grazie alle realizzazioni di Nanni e Crescenzo. Il primo ha incastrato la sfera sotto l’incrocio dei pali con un pallonetto dalla precisione chirurgica, mentre il secondo ha iscritto il proprio nome a referto con un gran tiro dal limite dell’area. L’Akkademy Aprilia, a quel punto, ha gettato il cuore oltre l’ostacolo e ha rimesso le cose a posto a seguito di una sfortunata autorete di un difensore rossoblù. La Città di Pomezia, nel momento topico del match, ha tirato fuori il carattere e ha spostato definitivamente l’ago della bilancia dalla propria parte con lo scatenato Haddoudi, il quale ha firmato una doppietta di pregevole fattura, ha indossato le classiche vesti di match-winner e ha consentito ai propri compagni di alzare al cielo l’ambito trofeo. Da segnalare, infine, che gli organizzatori hanno previsto numerosi riconoscimenti individuali. Per la categoria 2013 sono stati premiati Riccardo Novelli della Pro Calcio Cecchina (miglior portiere), Gabriel Jeda del Pomezia Academy (miglior giocatore) e Fernando Fortes della Città di Ardea (miglior allenatore). Per la categoria 2014, invece, hanno conquistato le classiche luci della ribalta Bruno Labella della Città di Pomezia (miglior portiere), Leonardo Russo dell’Unipomezia (miglior giocatore) e Nicola Stabile dell’Akkademy Aprilia (miglior allenatore). La Città di Pomezia, infine, ha premiato il proprio tesserato che si è maggiormente distinto nella prima giornata del Torneo BefanCity. La scelta è ricaduta su Wail Haddouoi, il quale ha trascinato la sua squadra a una vittoria che fa soprattutto morale in vista della seconda parte di stagione.  

Antonio Gravante

© RIPRODUZIONE RISERVATA   

Scritto da

Calcio

La formazione allenata da Campagna conquista un prezioso punto contro la compagine ogliastrina (2-2), supera nel migliore dei modi un esame piuttosto difficile e...

Calcio

Pesante stop casalingo. La squadra di Del Grosso crolla nella ripresa sotto i colpi della Flaminia (0-3) e continua ad occupare la quartultima casella...

Calcio a 5

Il quintetto guidato da Giuliani fa bottino pieno con il Futsal Celano (6-5), incrementa a sette lunghezze il vantaggio sul Real Dem e rialza...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.