Connect with us

Cosa stai cercando?

Calcio

Unipomezia, troppi regali: la Città di Ciampino ringrazia

5981 UNIPOMEZIA VIRTUS Prima Categoria SEFERI KLAUS sito

Una prova dai classici due volti si rivela fatale all’Unipomezia Virtus 1938 nella sfida casalinga contro la corazzata Città di Ciampino (5-7), compagine indicata dagli addetti ai lavori tra le principali realtà della Promozione. La squadra pometina, a dispetto dei buoni propositi della vigilia, ha pagato a caro prezzo qualche amnesia del suo pacchetto arretrato, troppo superficiale in alcune situazioni di gioco, raccogliendo nell’arco dei novanta minuti addirittura sette reti nel proprio sacco. A fare da contraltare, comunque, la buona prova in fase di impostazione della manovra: Falconieri e soci hanno dimostrato una crescente condizione atletica e, pur sfidando una rivale da prendere con le classiche molle, che annoverava tra le proprie fila svariati elementi rinomati nel contesto calcistico regionale (Petroccia, Santoni, Cortese, Federici e D’Ambrosio), sono andati più volte alla conclusione. I rossoblu, non a caso, hanno gonfiato ben cinque volte la rete avversaria, nella maggior parte dei casi al termine di azioni corali di pregevole fattura. La gara è comincia in salita per l’Unipomezia Virtus 1938. La Città di Ciampino, agevolata nel proprio compito dalla giornata-no del pacchetto arretrato pometino, ha trovato due volte, nei primi venti minuti, la via del gol grazie al cinismo di D’Ambrosio, abile a sfruttare al meglio ogni situazione favorevole. La squadra guidata da Bussi, comunque, ha trovato la forza per replicare al prolifico attaccante avversario a seguito dei guizzi vincenti di Martinoia e Giacoia, abili a ristabilire due volte la parità prima dell’allungo degli avversari. L’attaccante ex Aprilia ha finalizzato, con un comodo tap-in, un perentorio affondo sulla fascia sinistra di Lupi, mentre il centrocampista ha ricoperto al meglio il ruolo di terminale offensivo, con un preciso colpo di testa, di una splendida azione impostata da Celiani, Palumbo e Oliva. Nei minuti conclusivi della frazione inaugurale, la Città di Ciampino ha piazzato un micidiale uno-due con Federici e D’Ambrosio. Ad inizio ripresa, la formazione del presidente Cerusico si è riportata sotto nel punteggio con un millimetrico pallonetto di Lupi, il secondo consecutivo dopo quello messo a segno nella sfida del Comunale con il Torrenova. Nella fase centrale del tempo, complici i duri carichi di lavoro sostenuti negli ultimi giorni, i pometini hanno accusato un lieve calo di rendimento. La compagine aeroportuale, con il piglio della grande, ne ha prontamente approfittato per allungare nel punteggio con Guidi e Santoni (3-6). Pungolati nell’orgoglio, i rossoblu si sono rimboccati le maniche e hanno trovato due volte la via del gol con Lolli e Seferi (nella foto). L’ex centrocampista del Guidonia ha fatto centro con una splendida conclusione di prima intenzione, mentre la talentuosa punta ha sfruttato al meglio un assist di Oliva e ha trafitto l’incolpevole portiere rivale proteso in uscita. Nelle ultime battute della gara, la formazione del presidente Cerusico ha provato a pareggiare i conti, ma la Città di Ciampino ha retto al meglio l’urto nella zona nevralgica del campo, ha siglato un’altra rete con Gavini e, di conseguenza, ha centrato con pieno merito una vittoria che fa soprattutto morale in questa fase della stagione. “Sono molto deluso, abbiamo commesso degli errori madornali in fase difensiva inammissibili per una categoria come la Promozione – spiega il Direttore Sportivo Andrea Bussi – . Questa sconfitta ci deve servire da lezione per le gare che contano. Se scendiamo in campo con questo atteggiamento superficiale non andiamo da nessuna parte. Fortunatamente non tutto è stato da buttare contro gli aeroportuali. La squadra mi è piaciuta in fase di impostazione della manovra. Abbiamo segnato cinque reti a un’avversaria di notevole caratura tecnica. Dobbiamo assolutamente continuare a lavorare con la massima professionalità. L’imperativo è quello di giocare da squadra e lottare con il classico coltello tra i denti dal primo all’ultimo pallone giocabile. E’ l’unico modo per cominciare sotto i migliori auspici la prima avventura della nostra storia nel Campionato di Promozione”.

Antonio Gravante

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scritto da

Calcio a 5

La formazione di Ostia non riesce a sfruttare al meglio il fattore campo nella classica sfida senza appello, issa bandiera bianca di fronte agli...

Calcio a 5

Sfoderando una prova collettiva senza sbavature, il quintetto del presidente Schiavi sbanca uno dei terreni di gioco più ostici della categoria (2-4) e prosegue...

Calcio a 5

La squadra di Iannaccone tira delle somme più che positive all'esordio assoluto in Serie C1: ottimo settimo posto. Capitan Dei Giudici e soci sono...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.