Connect with us

Cosa stai cercando?

Calcio

Il Torvaianica riapre il campionato: Real Velletri ko

4358 TORVAIANICA Seconda Categoria SAMMARCO ANTHONY

Davanti al pubblico delle grandi occasioni, l’ambizioso Torvaianica si aggiudica, con il classico punteggio all’inglese, il match-clou della ventunesima giornata con la capolista Real Velletri (2-0), consegue la quinta vittoria consecutiva e rialza in maniera esponenziale le proprie quotazioni di vittoria del campionato. La formazione cara al binomio Salotti-Licata, nonostante il fantastico exploit, rimane ugualmente al quarto posto in classifica a pari merito con i cugini del Tor San Lorenzo, vittoriosi a loro volta in scioltezza sul Norma, ma riduce soltanto a due lunghezze il gap dalla neocapolista Virtus Divino Amore, cinica ad approfittare del passaggio a vuoto delle due battistrada, Real Velletri e Campoverde, per balzare in perfetta solitudine in vetta alla graduatoria. A dispetto dei pronostici della vigilia, mister Francesco Salotti si affida al 4-2-3-1 con il chiaro intento di avere più frecce a disposizione del proprio arco per scardinare la solida retroguardia castellana, una delle meno perforate dell’intero panorama calcistico provinciale. Il trainer gialloblu impiega tra i pali l’esperto Solimeno, ma decide di utilizzare sulla corsia destra Oliva, che ha fatto molto bene come esterno basso, nelle ultime due stagioni, con la casacca dell’Unipomezia Virtus 1938. Completano il quartetto di difesa capitan Chianese e Colonnelli, i quali compongono la coppia centrale, e il sempre positivo De Paolis, confermato ancora una volta sull’out di sinistra. Il compito di dettare i ritmi di gioco, invece, spetta agli esperti Ciccolini e Torri, elementi in grado di militare tranquillamente nelle categorie regionali, i quali hanno il dovere sia di fare da cerniera tra la difesa e la trequarti campo che di alimentare la manovra offensiva. Mister Salotti, inoltre, propone nella zona nevralgica il terzetto formato da Seferi, Sammarco e Pettinari e completa l’undici di partenza con Celiani, schierato come unica punta di ruolo. Il Real Velletri, invece, si presenta in campo lamentando la grave defezione di Masella, il migliore in assoluto nel proprio ruolo del girone, il quale salta la sfida del Comunale di via Zara per infortunio. Mister Veroni, potendo contare su due risultati su tre a propria disposizione, risponde con un prudente 4-4-1-1 con Celiani in supporto del bomber Santoni, proposto come principale terminale offensivo. Consapevole dell’importanza della posta in palio, il Torvaianica scende in campo con la massima concentrazione, sblocca il punteggio al primo affondo e manda letteralmente in delirio i numerosi sostenitori di fede gialloblu presenti in tribuna. Il merito è del talentuoso Sammarco. La punta tirrenica recupera un pallone nei pressi della linea mediana e favorisce la corsa di Seferi, che a sua volta serve un assist al bacio per Celiani. L’ex attaccante dell’Unipomezia Virtus 1938 entra in area e prova a infilare Fatale proteso in uscita con una conclusione di giustezza. Il numero uno veliterno, dall’alto del suo notevole bagaglio di esperienza , capisce le intenzioni del giocatore tirrenico, si distende in tuffo ed evita la marcatura. Ma il pallone, per sua sfortuna, rimane in piena area di rigore e, di conseguenza, diventa un gioco da ragazzi per l’accorrente Sammarco iscrivere il proprio nome a referto dopo soltanto trentasette secondi dal fischio d’inizio, realizzare la diciottesima rete stagionale e far scricchiolare tutte le certezze difensive della capolista. Il Real Velletri, nei minuti seguenti, prova a ricucire lo strappo, avanza leggermente il baricentro, ma non riesce a pungere negli ultimi sedici metri. Le punte castellane finiscono sistematicamente nella morsa dei difensori pometini. Il Torvaianica, di contro, si fa apprezzare per una solida compattezza tra i reparti e per alcune manovre degne di palcoscenici più importanti. Lo scatenato Seferi, autentica spina nel fianco dei ragazzi di Veroni, si esalta più volte nella zona di sua competenza e mette continuamente in apprensione il pacchetto arretrato rivale. Il numero sette gialloblu, nella fase centrale del tempo, si esibisce in un perentorio affondo personale, salta un avversario e prova a servire l’accorrente Sammarco. Il goleador pometino, al momento della conclusione in porta, viene atterrato da Latini e si guadagna il penalty. Sul dischetto si presenta il bomber Celiani, il quale spiazza il portiere con un chirurgico sinistro e mette una seria ipoteca sulla conquista dei tre punti in palio. La squadra di Salotti, trascinata dagli elementi di maggiore caratura tecnica, continua a tenere in mano le redini della gara e sfiora la terza rete con Celiani, il quale addomestica un passaggio per vie verticali di Seferi, ma si allunga leggermente la sfera e favorisce il recupero di Fatale, bravo nella circostanza a sbrogliare una situazione piuttosto delicata. Poco più tardi, tutto sommato, il duello tra l’attaccante pometino e l’estremo difensore veliterno si ripete su calcio piazzato. La prolifica punta, dalla sua mattonella preferita, disegna una parabola perfetta, ma il numero uno castellano, facendo leva su un ottimo piazzamento tra i pali, si esibisce in un intervento dall’elevato coefficiente di difficoltà e lascia il risultato inalterato. Dopo l’intervallo, il Torvaianica continua a pigiare a fondo il piede sul pedale dell’acceleratore e ha la possibilità di arrotondare il punteggio con Celiani, il quale sradica la sfera dai piedi di Daniele Fatale e si presenta a tu per tu con il portiere. Il bomber tirrenico, anche in questo caso, perde il “face to face” con uno dei migliori numeri uno della categoria, opta per una conclusione di giustezza, ma spedisce la sfera di poco sul fondo. Una decina di minuti più tardi, invece, il Real Velletri ha una buona chance su calcio piazzato. Il neoentrato Picilli disegna una bella parabola a scavalcare la barriera, ma la sua mira è leggermente imprecisa. La sfera sorvola di poco la trasversale. La compagine castellana, non avendo in pratica alternative, lotta con grinta e determinazione su ogni pallone e, al quarto d’ora, ha una ghiotta opportunità per cancellare lo zero nella casella delle reti all’attivo. Il bomber Santoni viene strattonato in area da De Paolis. L’arbitro non ha dubbi e assegna il penalty. Ad incaricarsi della trasformazione del tiro dagli undici metri è lo specialista Picilli, ma il tiratore scelto veliterno trova sulla propria strada un baluardo insuperabile in Solimeno, il quale si distende in tuffo, sventa la minaccia e consente alla propria squadra di continuare a gestire una situazione di duplice vantaggio. Scampato il pericolo, la squadra del presidente Miatti, nei restanti minuti di gioco, gestisce con piglio autoritario la situazione favorevole, passa con pieno merito alla cassa a riscuotere il lauto compenso e riceve gli scroscianti applausi dai propri sostenitori per aver sfoderato una prova collettiva maiuscola e per aver costretto alla resa una delle principali favorite alla vittoria del campionato.

Antonio Gravante

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

Scritto da

Calcio

La compagine del presidente Rizzaro prosegue la campagna di rafforzamento in vista della prossima stagione sportiva: un centrocampista e un attaccante alla corte di...

Padel

La squadra maschile ardeatina sfrutta al meglio il fattore campo, regola con il punteggio all’inglese la compagine capitolina e corona il sogno nel cassetto...

Padel

Le ardeatine piegano in finale la resistenza del Green Padel (2-1) e tagliano un traguardo storico. La collaudata coppia Guarino-Petruccioli completa l’opera nella terza...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.