Connect with us

Cosa stai cercando?

Calcio a 5

La Città di Anzio si morde le mani: la capolista Celano strappa un punto in rimonta

Alla vigilia, soprattutto alla luce del netto divario esistente in classifica, avrebbe messo tranquillamente la firma sulla spartizione della posta in palio. Al definitivo suono della sirena, invece, la Città di Anzio non può fare altro che mordersi le mani per non aver fatto bottino pieno nella tana della capolista Futsal Celano (3-3).

Alla vigilia, soprattutto alla luce del netto divario esistente in classifica, avrebbe messo tranquillamente la firma sulla spartizione della posta in palio. Al definitivo suono della sirena, invece, la Città di Anzio non può fare altro che mordersi le mani per non aver fatto bottino pieno nella tana della capolista Futsal Celano (3-3). I ragazzi allenati da Claudio Giuliani disputano un primo tempo ai limiti della perfezione, vanno al riposo sul triplice vantaggio, grazie alla doppietta di Araujo e alla rete di Vega, ma poi nella ripresa falliscono più volte la possibilità di chiudere a doppia mandata in cassaforte l’intero bottino e subiscono la rimonta dei marsicani, bravi a loro volta a credere nei propri mezzi e a prolungare ulteriormente la striscia positiva casalinga che dura ormai da circa due anni. Ma andiamo con ordine. I tirrenici trovano subito la giusta collocazione in campo e, al quinto minuto, sbloccano il punteggio con il solito Araujo, il quale riceve palla dalla sinistra da Vega, calcia di prima intenzione e trafigge l’incolpevole Palumbo. La squadra di Giuliani, poco più tardi, concede il bis grazie a un’altra giocata in velocità: Vega, sempre dalla corsia sinistra, favorisce l’inserimento di Araujo, il quale non si lascia sfuggire l’occasione propizia, controlla alla perfezione il pallone, lascia sul posto un avversario e deposita la sfera in fondo al sacco. La Città di Anzio continua a esprimersi al meglio delle proprie potenzialità e va vicinissima al tris con Armenia. L’ex United Pomezia si presenta a tu per tu con il portiere, ma pecca di cinismo e spedisce il pallone sul fondo. La terza rete, tutto sommato, viene rimandata di pochi giri di lancette. I neroniani rimpinguano il bottino di gol per merito di Vega, il quale si coordina alla perfezione, sugli sviluppi di un corner, e perfora per la terza volta la porta marsicana con un gran tiro al volo dal limite dell’area. La ripresa, invece, comincia sotto il segno della capolista, che rientra dagli spogliatoi completamente diversa nella voglia, nello spirito di sacrificio e nella concretezza: Marianetti, dopo soltanto trenta secondi, accorcia le distanze di rimessa. Il Celano Futsal, a quel punto, moltiplica gli sforzi e assottiglia le distanze con Panacci, bravo a trafiggere Lo Grasso con un preciso diagonale. Successivamente la compagine abruzzese rimane in inferiorità numerica a seguito dell’espulsione di Marianetti. La Città di Anzio, però, non sfrutta al meglio i due minuti con un giocatore in più, trova in un paio di occasioni Palumbo puntuale alla presa e consente ai rivali di turno di rimanere in partita. Costretta a inseguire il risultato, la formazione abruzzese, a tre minuti dalla conclusione del match, inserisce il power play. La squadra di Giuliani, in ogni modo, copre bene inizialmente tutti gli spazi nella propria metà campo, ma poi commette, a quaranta secondi dal definitivo suono della sirena, un’evitabile sbavatura in fase di possesso palla che non si può assolutamente concedere a un’avversaria della caratura tecnica del Celano Futsal. La compagine marsicana, con grande cinismo, trasforma abilmente l’azione da difensiva in offensiva e pareggia definitivamente i conti con la seconda rete di Panacci. La Città di Anzio, per forza di cose, non può fare altro che guardare il classico bicchiere mezzo vuoto. Armenia e soci conquistano soltanto un punto e tornano a casa con la consapevolezza che, con un pizzico di cinismo in più sotto porta, avrebbero potuto tranquillamente fare lo sgambetto a una delle principali pretendenti al salto di categoria.

Antonio Gravante

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scritto da

Calcio a 5

Il quintetto del presidente Schiavi paga dazio in Toscana, chiude al secondo posto il triangolare e non riesce a conquistare il pass per l’ultimo...

Calcio a 5

Il quintetto del presidente Cirillo si inchina alla distanza, nella splendida cornice del Pala Cattani di Faenza, alla compagine siciliana. I capitolini partono forte...

Calcio

La squadra di Colantoni non riesce a rimontare la rete di svantaggio accumulata in gara-1, pareggia con il risultato ad occhiali il return-match col...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.