Connect with us

Cosa stai cercando?

Calcio a 5

La Mirafin chiude al sesto posto la prima stagione in A2

Missione compiuta. La Mirafin chiude in bellezza le fatiche di campionato, espugna di larga misura il rettangolo di gioco della vicecapolista Tombesi Ortona (1-4) e archivia con un più che onorevole sesto posto la prima avventura della sua storia in Serie A2. La squadra di Salustri, decisa a fare bella figura contro la seconda forza del girone, comincia il match a spron battuto e, nel giro di sei minuti, piazza un micidiale uno-due con Emer, bravo in entrambi i casi a sfruttare al meglio due assist dell’ottimo Nuninho. La compagine pometina, nella fase centrale del tempo, cala il tris con Djelveh, bravo a finalizzare dall’interno dell’area un pregevole spunto di Moreira. Dopo l’intervallo, la compagine abruzzese riparte alla grande e, impiega soltanto ventisei secondi, per accorciare le distanze con Di Risio. La Tombesi Ortona, nei minuti seguenti, prova generosamente a ricucire lo strappo, ma non riesce a trovare la via del gol per la bravura di Martinelli, il quale si conferma all’altezza della situazione e, in un paio di circostanze, abbassa la saracinesca della propria porta agli avversari di turno. La Mirafin, in ogni modo, non sta soltanto a guardare e, dopo aver colpito una traversa con Emer, cala il poker con Nuninho, il quale infila l’estremo difensore rivale con una giocata di pregevole fattura. La gara, negli ultimi giri di lancette, diventa una passerella per la squadra allenata da Salustri, che getta nella mischia a turno i ragazzi più giovani. Fioravanti, Picchi, Martinelli e Benasciuti non sfigurano di fronte ai campioni dell’Ortona, così come Lorenzo Rocchi, che con i suoi quindici anni diventa il più giovane del vivaio rossoblu ad esordire in un campionato nazionale. Una giornata di festa, dunque, per la squadra del patron Mirra, sempre presente in tribuna con famiglia al seguito, mentre per l’Ortona un buon test in vista degli imminenti play-off. La Mirafin, dunque, conclude il primo campionato della sua storia con la consapevolezza di aver fatto il massimo in questa stagione, ma anche con qualche rammarico per diversi episodi non proprio fortunati che hanno complicato la corsa ai play-off.

Antonio Gravante

© RIPRODUZIONE RISERVATA  

Scritto da

Calcio a 5

La compagine del presidente Schiavi continua a cullare il sogno promozione. Dopo aver sbancato il rettangolo di gioco della Sanvitese, gli aeroportuali battono a...

Calcio a 5

L’ambiziosa squadra allenata da Gentile sommerge sotto una valanga di gol l’Edilisa (8-1), dà un’ampia dimostrazione della propria forza e conclude la stagione regolare...

Calcio a 5

Il quintetto di Sannino sbriga in scioltezza, tra le mura amiche del "Garbaglia", la pratica Valentia (9-2), si piazza al terzo posto a pari...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.