Connect with us

Cosa stai cercando?

Calcio

Aprilia Racing Club, sconfitta che brucia a Portici

Una sconfitta che ha il classico sapore della beffa. L’Aprilia Racing Club si inchina, nel quarto e ultimo minuto di recupero, al Portici (2-1), incassa tra mille rammarichi la quarta battuta d’arresto in campionato, subisce il sorpasso in classifica dalla Torres, vittoriosa a sua volta di misura sul Trastevere, e scivola al sesto posto a pari merito con il Cassino.

Le rondinelle scendono in campo con la massima concentrazione e, nella prima parte della gara, provano a scardinare senza fortuna il bunker difensivo rivale con conclusioni dalla distanza. La compagine partenopea, invece, fa del cinismo la sua qualità migliore e, poco prima della mezzora, passa in vantaggio sugli sviluppi di una rapida ripartenza con Guarracino, il quale sfrutta al meglio un passaggio per vie verticali di Improta, infila Manasse proteso in uscita e carica sotto il profilo emotivo i propri compagni.

L’Aprilia Racing ha una generosa reazione e, due minuti più tardi, sfiora la marcatura con capitan Olivera, il quale si vede negare la gioia del gol da un prodigioso intervento di Torino. Il primo tempo non riserva ulteriori emozioni. Il Portici, di conseguenza, va negli spogliatoi con una dote di una rete di vantaggio. La formazione allenata va Greco, alla ripresa delle ostilità, si riversa con regolarità nella metà campo avversaria e, al quarto d’ora, perviene al pareggio con Crescenzo, il quale riesce a piazzare la stoccata vincente sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina.

Le rondinelle non mollano la presa e mettono i brividi ai padroni di casa con Spano e Pezone. I pontini, al minuto numero trentacinque, reclamano un penalty per un vistoso fallo commesso in piena area ai danni del bomber Corvia. Il direttore di gara, tra le vibranti proteste degli apriliani, non ravvisa gli estremi per l’assegnazione della massima punizione.

Quando ormai il pareggio sembrava il risultato più scontato, la squadra di Greco subisce, nel quarto e ultimo minuto di recupero, la seconda rete del Portici firmata da Arpino, il quale infila di testa Manasse sugli sviluppi di un calcio di punizione. Le rondinelle contestano tale marcatura per fuorigioco dello stesso marcatore campano. L’arbitro, però, non è dello stesso avviso, convalida tale marcatura e, per forza di cose, costringe Olivera e compagni a tornare a casa a mani vuote.

Antonio Gravante
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scritto da

Calcio

I ragazzi allenati da Colantoni espugnano con due reti per tempo il rettangolo di gioco della Luiss (0-4), ma non riescono a staccare nell’ultima...

Calcio

La sfida del Comunale termina con una salomonica spartizione dei punti (2-2). La squadra di Scaricamazza apre le danze con Corsetti, poi gli aeroportuali,...

Calcio

La formazione del presidente Di Paolo termina l’ennesima avventura consecutiva in Serie D con una salomonica spartizione della posta casalinga con il motivatissimo Atletico...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.