Connect with us

Cosa stai cercando?

Calcio

Città di Pomezia,pari interno con la Pro Calcio Cecchina

La nuova stagione sportiva comincia con un pareggio casalingo per l’ambiziosa Città di Pomezia. La squadra del binomio Maniscalco-Castelluccio, nonostante un’enorme mole di gioco prodotta nell’arco dei novanta minuti, non riesce a sfruttare al meglio il fattore campo contro la Pro Calcio Cecchina (1-1), nella gara di andata del primo turno di Coppa Lazio, e di conseguenza sarà costretta a moltiplicare gli sforzi, nel return-match del “Ferraris”, per piegare la resistenza dei castellani e proseguire il cammino nella competizione tricolore.

Dopo pochi minuti dal fischio d’inizio, la Pro Calcio Cecchina mette i brividi ai rossoblu con Sargentoni. L’ex bomber del C.S. Primavera non inquadra di poco lo specchio della porta dall’interno dell’area. La Città di Pomezia, poco più tardi, va vicina al vantaggio con Celiani, il quale colpisce il palo esterno alla sinistra di Mancini direttamente su calcio piazzato. La squadra castellana, nel momento di maggior pressione dei rossoblu, sblocca il punteggio sugli sviluppi di una punizione dalla sinistra. Lo specialista Termine crossa teso al centro dell’area e trova la fortuita deviazione di un giocatore pometino, il quale prova ad anticipare Detti e realizza la più classica delle autoreti.

I padroni di casa si rimboccano subito le maniche e, poco prima della mezzora, sfiorano il pareggio: Sammarco si fa valere sulla corsia sinistra e, nei pressi della linea di fondo, serve un assist al bacio per Celiani, il quale calcia in pratica a botta sicura, ma si vede ribattere il tiro da un avversario. La formazione di Castelluccio chiude il primo tempo in avanti e mette i brividi agli avversari nuovamente su calcio da fermo. Lo specialista Celiani, però, esalta i riflessi di Mancini, il quale evita il peggio con l’aiuto della traversa.

Animata da una grande voglia di riscatto, la Città di Pomezia alza ulteriormente il ritmo nella ripresa e, al decimo giro di orologio, perviene al pareggio su calcio di rigore, decretato dall’arbitro per un fallo commesso da Mancini ai danni di Sammarco lanciato a rete. L’estremo difensore castellano, nella circostanza, si vede sventagliare in faccia il secondo cartellino giallo dall’arbitro e costringe i suoi compagni a giocare i restanti minuti di gioco con un uomo in meno. Sul dischetto, come al solito, si presenta lo specialista Lombardi, il quale trafigge il neoentrato Segna e raddrizza le sorti della gara.

La squadra di Castelluccio, agevolata nel proprio compito dal fatto di giocare in superiorità numerica, esercita un maggior predominio territoriale e, a metà periodo, sfiora il raddoppio con Bilancini, il quale trova sulla strada un reattivo Segna, bravo ad evitare il peggio con un intervento dal medio coefficiente di difficoltà. La Città di Pomezia, nell’ultimo quarto di gara, accusa un lieve calo di rendimento, risulta più prevedibile in fase offensiva e, di fatto, agevola il compito ai castellani, bravi a gestire il risultato sino al triplice fischio dell’arbitro e a rimandare il discorso qualificazione alla sfida di ritorno.

Antonio Gravante
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scritto da

Calcio a 5

La formazione del presidente Schiavi debutta nel migliore dei modi nel triangolare, mette in riga al Pala Olgiata la compagine umbra (3-1) e aggancia...

Calcio a 5

Il rapporto tra la società lidense, neopromossa in serie C1, e il suo allenatore si interrompe dopo due stagioni costellate di successi. Il tecnico...

Calcio a 5

La formazione capitolina bissa, tra le mura amiche del Pala To Live, la vittoria conseguita in gara-1 contro i castellani (6-5) e accede con...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.