Connect with us

Cosa stai cercando?

Calcio

Il Falaschelavinio resta fermo ai blocchi di partenza

Comincia con una sconfitta esterna la nuova stagione sportiva per il Falaschelavinio. La squadra allenata da Gianni Antonelli incassa un ko all’inglese per mano di una quadrata Boreale (2-0), ma non può fare altro che mordersi le mani per aver fallito ad inizio ripresa, sul punteggio ancora a reti inviolate, un calcio di rigore con lo specialista Neroni. La prima frazione non riserva particolari spunti di rilievo. La principale azione è dei ragazzi allenati da Granieri. Casavecchia calcia magistralmente un calcio piazzato, ma trova l’opposizione di Pascariè, bravo a distendersi in tuffo e a rifugiarsi in angolo. La ripresa comincia nel segno dei capitolini: Buccioni, da posizione più che favorevole, anziché tentare la conclusione in porta prova a servire Romani. Un difensore portodanzese capisce le sue intenzioni e sbroglia una situazione piuttosto delicata. Scampato il pericolo, il FalascheLavinio ha la possibilità di sbloccare il punteggio su calcio di rigore, assegnato dall’arbitro per un fallo commesso ai danni di Neroni. Sul dischetto si presenta lo stesso Neroni, il quale pecca di freddezza e si fa ipnotizzare dagli undici metri da Salvati. I ragazzi di Antonelli accusano il colpo sotto il profilo emotivo e, poco più tardi, rimangono anche in dieci per il doppio cartellino giallo rimediato da Cannariato. L’assenza nella zona nevralgica dell’ex Città di Pomezia pesa come un macigno per i tirrenici, i quali perdono il principale punto di riferimento in fase di costruzione della manovra. La Boreale, al contrario, avanza leggermente il baricentro e, al diciottesimo minuto, spezza l’equilibrio con Massimiani, il quale trafigge Pascariè con una conclusione di rara potenza e precisione dal limite dell’area. La sfera si insacca imparabilmente sotto l’incrocio dei pali. Galvanizzati nel morale, i capitolini, poco più tardi, vanno a segno per la seconda volta con Romani, il quale sfrutta al meglio una rimessa laterale di Buccioni, fa centro con un preciso colpo di testa e mette una seria ipoteca sulla prima vittoria ufficiale stagionale della sua squadra. Il FalascheLavinio, nell’ultimo quarto di gara, non ha la forza per reagire, lascia via libera all’undici di Granieri e, a dispetto dei buoni propositi della vigilia, rimane fermo al palo.

Antonio Gravante

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

Scritto da

Calcio

La società del presidente Valle inizia con piglio autoritario la campagna di rafforzamento in vista del prossimo campionato di Eccellenza. Ufficiali gli arrivi dell’attaccante...

Sport vari

Il runner pometino, portacolori dell’Atletica La Sbarra, corona il sogno nel cassetto di diventare profeta in patria. Romano (S.S. Lazio) e Curci (Atletica Studentesca...

Sport vari

L’imbarcazione di Pino Stillitano domina la nona edizione della regata-veleggiata Fiumicino-Nettuno-Fiumicino. Ottima piazza d’onore per 1 Sail di Stefano Casini, completa il podio Geex...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.