Connect with us

Cosa stai cercando?

Calcio

Il Pomezia Calcio conquista la promozione in Serie D

Davanti a una splendida cornice di pubblico, un motivatissimo Pomezia Calcio supera a pieni voti, tra le mura amiche del Comunale di Varrone, l’ultimo esame della stagione, si aggiudica alla lotteria dei calci di rigore la suggestiva sfida con la corazzata Livorno (7-5), valevole come return-match della finalissima dei play-off nazionali del Campionato di Eccellenza, e conquista meritatamente l’agognata promozione in Serie D. La formazione del presidente Alessio Bizzaglia, anche in questa circostanza, ha gettato il cuore oltre l’ostacolo e, pur giocando oltre un’ora in inferiorità numerica, ha coronato il sogno nel cassetto di approdare nel massimo proscenio calcistico dilettantistico. Costretti a rimontare la sconfitta di misura subita al “Picchi”, i pometini pigiano subito forte il piede sul pedale dell’acceleratore e, al settimo minuto, reclamano un penalty per un vistoso contatto in area tra Cano e Gargiulo. Il fischietto di Mantova, però, non è dello stesso avviso e non ravvisa gli estremi per l’assegnazione della massima punizione. La sfida del Comunale, al quarto d’ora, perde un assoluto protagonista: Ruggiero viene espulso per comportamento scorretto a seguito di un parapiglia creatosi nella zona mediana del campo. Nonostante il morale sotto i tacchi per il fatto di giocare con un uomo in meno, il Pomezia Calcio moltiplica gli sforzi e, poco dopo la mezz’ora, sblocca il punteggio con il solito Teti, bravo a girare in rete, con un chirurgico destro a incrociare, un preciso assist di Gallo. La formazione di Scaricamazza, a ridosso dell’intervallo, concede il bis con lo stesso Gallo, il quale parte in progressione dalla trequarti campo e, appena arrivato nei pressi del vertice dell’area, lascia partire una conclusione di destro che si insacca alle spalle dell’attonito Pulidori. Animato da una grande voglia di riscatto, il Livorno accorcia le distanze ad inizio ripresa con Vantaggiato, il quale trasforma un penalty molto contestato dai pometini (dubbio contatto in area tra Cardinali e Apolloni). La formazione amaranto, galvanizzata nel morale, si spinge in avanti con maggiore continuità e, intorno alla mezz’ora, sfiora il raddoppio con Frati, il quale colpisce in pieno la traversa a De Angelis battuto. Trascorrono pochi minuti e anche il Livorno si trova costretto a giocare in dieci: Russo ferma con le brutte maniere uno scatenato Massella e si vede sventagliare in faccia il cartellino rosso dal fischietto lombardo. Successivamente non si registra nulla di eclatante: i novanta minuti regolamentari vanno in archivio con lo stesso punteggio di gara-1. La sfida, di conseguenza, procede con la disputa dei supplementari. Il Pomezia Calcio prova a spostare lago della bilancia dalla propria parte soprattutto con Teti e Massella. Il primo si vede negare due volte la gioia del gol dall’ottimo Pulidori, mentre il secondo viene atterrato vistosamente in piena area da un difensore labronico. Il rigore sembra netto. Ma anche in questo caso, il signor Marra di Mantova lascia proseguire. Per stabilire la formazione vincitrice, per forza di cose, è necessaria la disputa dei calci di rigore. Il valore aggiunto dei pometini si rivela De Angelis, il quale si toglie la soddisfazione di neutralizzare i penalty calciati da Vantaggiato, Petronelli e Ghinassi. Gli errori rossoblu dagli undici metri di Celli e Manga, di conseguenza, non hanno alcun peso specifico rilevante. A fare la differenza per il Pomezia Calcio ci pensa Otero, il quale realizza il rigore della promozione, deposita la sfera in fondo al sacco, fa esplodere di gioia i sostenitori pometini presenti in tribuna e, di riflesso, fa cadere nello sconforto la Livorno sportiva, che a sua volta saluta, in virtù di tale sconfitta, le speranze di un passaggio diretto in Serie D.

Antonio Gravante

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scritto da

Calcio

La società del presidente Valle inizia con piglio autoritario la campagna di rafforzamento in vista del prossimo campionato di Eccellenza. Ufficiali gli arrivi dell’attaccante...

Sport vari

Il runner pometino, portacolori dell’Atletica La Sbarra, corona il sogno nel cassetto di diventare profeta in patria. Romano (S.S. Lazio) e Curci (Atletica Studentesca...

Sport vari

L’imbarcazione di Pino Stillitano domina la nona edizione della regata-veleggiata Fiumicino-Nettuno-Fiumicino. Ottima piazza d’onore per 1 Sail di Stefano Casini, completa il podio Geex...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.