Connect with us

Cosa stai cercando?

Calcio

L’Indomita rialza la testa: tre punti d’oro a Dragona

5275 INDOMITA POMEZIA Seconda Categoria COLELLI NANDO

Riscatto si attendeva, riscatto è stato. L’Indomita Pomezia spazza via in un colpo solo tutte le ombre emerse dopo la sconfitta casalinga di sette giorni fa con il modesto Bravetta, liquida con un sonoro 4-0 la Città di Dragona, ottiene il primo successo lontano dalle mura amiche in Campionato e punta il proprio mirino verso il secondo posto in graduatoria, distante al momento solo quattro punti. Nonostante le numerose marcature, il match non è stato tra i più spettacolari per le pessime condizioni del terreno di gioco, reso piuttosto pesante dalla copiosa pioggia caduta negli ultimi giorni, che ha creato numerosi grattacapi ai ventidue in campo nel controllo della sfera. Il primo quarto d’ora di gioco scivola via senza emozioni. Per vedere la prima vera occasione bisogna attendere il ventiquattresimo giro di orologio. Martini scodella al centro dell’area un invitante pallone per Zullo, il quale si produce in una spettacolare rovesciata che sorvola di poco la traversa a portiere ormai battuto. Tale occasione, tutto sommato, fa da preludio al vantaggio rossoverde. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il solito Zullo, da posizione defilata, serve di testa l’accorrente Colelli, il quale non si lascia sfuggire l’occasione propizia, trafigge da pochi passi l’incolpevole portiere avversario e si toglie la soddisfazione personale di realizzare la seconda rete stagionale. Sulle ali dell’entusiasmo, l’Indomita Pomezia prova a chiudere l’incontro: Recine entra in area, piazza il destro, ma Crispo fa buona guardia e respinge in angolo. Nella ripresa, almeno nelle battute iniziali, il copione della gara prosegue sulla falsariga del primo tempo. Gioco molto contratto, squadre per lo più attestate a centrocampo e pochi pericoli per le difese. Dopo cinque minuti, tuttavia, un singolo episodio scuote l’incontro. L’autore del gol pometino, Nando Colelli, viene spedito anzitempo negli spogliatoi per somma di gialli. Mister Aiello, di conseguenza, corre prontamente ai ripari: fuori un centrocampista, Lascialfari, dentro un difensore, Mugnaioli, per ristabilire i giusti equilibri tra i reparti. L’Indomita Pomezia, nei minuti successivi, non sembra risentire dell’inferiorità numerica, ma trova addirittura nuove energie per cercare di incrementare il bottino di reti. E’ l’ottavo giro d’orologio. Al termine di una mischia convulsa in area lidense, il generoso Capriati, a portiere ormai battuto, si ritrova sui piedi la palla del possibile raddoppio, ma da pochi passi angola troppo la conclusione e spedisce clamorosamente la sfera a lato. Il pericolo dà una scossa alla Città di Dragona, fino a quel momento mai minacciosa dalle parti di Grossi, che si rimbocca le maniche e prova a riaprire l’incontro. A seguito di un errore in fase di impostazione dei pometini, la Città di Dragona imbastisce un improvviso break orchestrato da Costagliola e Lugini. Quest’ultimo, servito con il contagiri dal compagno, si presenta in area, prende la mira e lascia partire un insidioso diagonale. La conclusione, però, non coglie impreparato Grossi, abile a respingere l’assalto dell’avversario con un provvidenziale intervento in tuffo. Questa occasione, tutto sommato, rappresenta il vero spartiacque dell’incontro. L’Indomita Pomezia, da qui in avanti, prende con forza il controllo delle operazioni a sposta dalla propria parte un incontro che sembrava, fino a quel momento, destinato a rimanere nell’incertezza fino alla fine. I ragazzi di Aiello chiudono il match a metà tempo. Capriati viene atterrato in area da Lucioli: l’arbitro non ha dubbi, assegna il rigore e, come da regolamento, estrae in aggiunta il rosso diretto al giocatore lidense per fallo da ultimo uomo. Sul dischetto si presenta Messina, il quale trafigge Crispo, bravo ad intuire la conclusione del tiratore scelto pometino, ma non ad evitare la seconda marcatura. I restanti minuti di gioco, di conseguenza, diventano una formalità. La Città di Dragona accusa il colpo e tira i remi in barca. La compagine del presidente Padula, dal canto suo, galvanizzata nel morale, ne approfitta per realizzare altre due reti con Farhani e Zullo, che permettono alla propria squadra di ottenere una vittoria rotonda molto importante soprattutto per il morale. Da segnalare, per dovere di cronaca, che i lidensi hanno completato la gara in nove per l’espulsione di Sciaretta. Ma tale episodio, alla resa dei conti, non toglie assolutamente i meriti alla squadra di Aiello, brava a far valere la maggiore caratura tecnica, una migliore organizzazione di gioco e, in virtù di tale vittoria, a rilanciarsi prepotentemente in classifica generale.

Luca Mugnaioli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scritto da

Tennis

Una vittoria che non fa proprio una grinza. L’allievo dei maestri Passalacqua e Pesoni sfodera il meglio del proprio repertorio sulla terra rossa del...

Calcio a 5

Missione compiuta. La squadra di Lauri espugna il rettangolo di gioco della capolista (1-2), bissa la vittoria conseguita nel confronto diretto dell’andata e rende...

Calcio a 5

Il quintetto rossoblù incassa un punteggio tennistico dallo Jasnagora (6-0), prolunga a due giornate la striscia esterna negativa e rimane al terzultimo posto in...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.