Connect with us

Cosa stai cercando?

Tennis

Tc Campobello da urlo: colpo grosso all’Empire

TC CAMPOBELLO SQUADRA D2 FEMMINILE 2014

Costretto a fare di necessità virtù, a seguito delle concomitanti defezioni di tre pedine inamovibili del proprio scacchiere come il capitano-giocatore Benedetta Strona, Ambra Cristiani e Federica Comin, il Tc Campobello sfodera una prova collettiva tutto cuore e grinta, si aggiudica in rimonta la delicata sfida esterna con il blasonato Empire (1-2) e rialza in maniera esponenziale le proprie quotazioni stagionali. La squadra pometina, in virtù di tale risultato, centra la seconda vittoria nella fase a gironi del campionato regionale di D2, arriva con il morale alto alla sfida casalinga con il Tennis Club New Country e, di conseguenza, ha buone probabilità di accedere da capolista al tabellone a eliminazione diretta. Tutte e tre gli incontri previsti dal calendario, statistiche alla mano, sono stati al cardiopalma e ricchi di colpi di scena. La talentuosa Carla Genovese, nonostante gli sforzi profusi, si è arresa in tre set (6-7, 6-3, 1-6), dopo quasi tre ore di gioco, alla numero uno capitolina, Michela Pentenè, la quale ha dato anche in questa circostanza un saggio delle proprie qualità e della sua innata sagacia tattica. La portacolori dell’Empire ha avuto un ottimo approccio alla gara e, grazie a una maggiore regolarità da fondo campo, ha spostato al tie-break l’ago della bilancia dalla sua parte (7-6). Pungolata nell’orgoglio, la giocatrice pometina ha cambiato marcia nella seconda partita, ha ristabilito la parità con una lunga serie di colpi vincenti da ogni zona del campo (3-6) e ha prolungato la contesa al terzo e decisivo set. L’esperta Pentenè, a quel punto, è salita prepotentemente in cattedra, ha costretto la generosa Genovese a issare bandiera bianca (6-1) e ha portato il primo punto nelle casse della propria squadra. La seconda sfida, invece, è stata al cardiopalma. A difendere i colori del circolo di via Messico è stata Tiziana Erdi, la quale è riuscita nell’impresa di piegare la resistenza, dopo oltre tre ore di gioco, della coriacea Sabrina Marotta (4-6, 6-2, 7-6). Dopo aver perso il primo periodo di stretta misura (4-6), a causa di numerosi errori non forzati commessi soprattutto da fondocampo, la giocatrice pometina ha ritrovato d’incanto il bandolo della matassa, ha inflitto alla rivale un eloquente 6-2, soprattutto grazie a una lunga serie di diretti vincenti, e ha rimandato l’esito della gara al terzo set. Sostenuta a gran voce dai propri tifosi, la portacolori del Tc Campobello ha continuato ad esprimersi su ottimi livelli e si è portata a un passo dalla vittoria (5-3 e servizio a favore). Ma in quel preciso momento è emerso tutto il carattere della Marotta, che ha gettato il cuore oltre l’ostacolo, si è aggiudicata i successivi tre giochi e ha capovolto del tutto la situazione a suo favore (6-5). Consapevole dell’importanza della posta in palio, la Erdi, a quel punto, ha tirato fuori le unghie, ha strappato il servizio alla rivale e si è guadagnata, con pieno merito, il diritto di giocarsi l’intero incontro al tie-break. La tennista pometina, però, dalla susseguente ripresa del gioco si è leggermente disunita e ha consentito alla rivale di turno di usufruire di due match-point consecutivi (4-6). Non avendo in pratica alternative, la Erdi ha ripreso in mano le redini del gioco, ha realizzato quattro punti di fila e ha coronato il sogno nel cassetto di centrare una delle vittorie più importanti ed emozionanti della sua carriera (8-6). L’esito del match, di conseguenza, è stato rimandato al decisivo incontro di doppio. L’Empire si è presentato in campo con le due giocatrici che hanno disputato i singolari, mentre la società pometina ha puntato ancora su Carla Genovese e sull’esperienza di Valentina Di Biasio. Il primo periodo, alla resa dei conti, è stato un autentico monologo delle capitoline che, facendo leva su una maggiore intesa, si sono imposte con un rotondo 6-2 soprattutto grazie al prezioso apporto in termini di punti della Pentenè, brava a farsi valere più volte sia negli scambi da fondocampo che sotto rete. Costretta a inseguire il risultato, la coppia pometina ha avuto una rabbiosa reazione e, seguendo alla lettera le direttive dalla panchina del capitano-giocatore Benedetta Strona, è uscita prepotentemente fuori alla distanza. La generosa Di Biasio, nonostante il lungo periodo di inattività, ha avuto delle ottime percentuali al servizio e ha più volte imbrigliato, con il suo chirurgico rovescio a due mani da fondo campo, il gioco della temuta Pentenè, mentre la determinatissima Genovese si è fatta valere più volte sotto rete, chiudendo numerosi scambi prolungati con smash spettacolari e dall’elevato coefficiente di difficoltà. Le due giocatrici del Tc Campobello, di conseguenza, si sono imposte di stretta misura (6-4) e hanno rimesso in discussione la vittoria della partita. Il terzo parziale, un long tie-break a dieci, tutto sommato, è cominciato all’insegna dell’equilibrio, poi le giocatrici dell’Empire, favorite da un due minuti di black-out accusati dalle pometine, hanno preso il largo nel punteggio e si sono portate a due punti dalla vittoria (8-4). Consapevoli della propria forza e animate da una grande voglia di rivalsa, Genovese e Di Biasio hanno avuto una rabbiosa reazione d’orgoglio, hanno realizzato i successivi sei punti (8-10) e hanno consentito alla propria squadra di battere a domicilio una delle avversarie più temute del girone preliminare. “Abbiamo conseguito una delle vittorie più belle della nostra storia – precisano Angelo Comin e Maria Viola, presidenti del Tc Campobello – . Nonostante alcune assenze importanti, siamo riusciti nell’impresa di espugnare il terreno di gioco dell’Empire, compagine di tutto rispetto che annovera tra le propria fila due giocatrici di assoluto valore come la Pentenè e la Marotta. Le nostre tre atlete hanno realizzato un vero e proprio capolavoro. Tiziana Erdi è riuscita ad annullare addirittura due match-point alla Marotta prima di prevalere al tie-break del terzo e decisivo set, mentre il binomio Di Biasio-Genovese ha completato l’opera con una splendida vittoria in rimonta nel doppio. Siamo felicissimi di aver allestito un gruppo femminile così compatto e competitivo. Dopo aver ricoperto un ruolo da primi attori al Fioranello e nelle varie tappe del circuito Aics, abbiamo tutte le carte in regola per andare lontano anche in questo prestigioso campionato”.

Antonio Gravante

© RIPRODUZIONE RISERVATA     

 

 

 

 

Scritto da

Calcio a 5

La compagine del presidente Schiavi continua a cullare il sogno promozione. Dopo aver sbancato il rettangolo di gioco della Sanvitese, gli aeroportuali battono a...

Calcio a 5

L’ambiziosa squadra allenata da Gentile sommerge sotto una valanga di gol l’Edilisa (8-1), dà un’ampia dimostrazione della propria forza e conclude la stagione regolare...

Calcio a 5

Il quintetto di Sannino sbriga in scioltezza, tra le mura amiche del "Garbaglia", la pratica Valentia (9-2), si piazza al terzo posto a pari...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.