Connect with us

Cosa stai cercando?

Calcio a 5

Bernardini e Lo Grasso mettono le ali alla Mirafin

9785 MIRAFIN Serie C1 BERNARDINI

Animata da una grande voglia di riprendere la retta via dopo la sconfitta-beffa con la capolista Lazio Calcetto, la matricola Mirafin, pur sudando le proverbiali sette camicie, piega di misura la resistenza dell’Atletico Civitavecchia (2-1) e, grazie alla concomitante vittoria del CT Eur nel big- match con l’attuale regina del girone, riduce nuovamente a tre lunghezze il gap dalla vetta della graduatoria. La squadra rossoblu, statistiche alla mano, deve ringraziare la premiata ditta Bernardini-Lo Grasso per aver centrato la sesta vittoria in campionato e rialzato nuovamente le quotazioni stagionali. Il primo si è permesso il lusso di realizzare una splendida doppietta, mentre l’estremo difensore ha blindato il risultato, neutralizzando un calcio di rigore a Caselli poco prima del triplice fischio. Motivati a riprendere la retta via, gli ardeatini hanno un buon impatto sulla gara, si spingono in avanti con regolarità grazie a una manovra corale piuttosto fluida, ma faticano a trovare i varchi giusti per andare alla conclusione in porta. L’Atletico Civitavecchia, per nulla intenzionato a ricoprire il ruolo di vittima sacrificale, gioca piuttosto corto, si affida più che altro alle conclusioni dalla distanza di Stefano Tangini e impernia la propria manovra offensiva su lunghi lanci per Caselli. Il primo episodio chiave dell’incontro, tutto sommato, si registra al diciannovesimo minuto. A seguito di una mischia in area di rigore rutula, l’esperto Caselli, al momento di calciare in porta, viene a contatto con un difensore rossoblu e cade a terra. L’arbitro, però, non ravvisa gli estremi per assegnare il penalty e fa proseguire l’azione. L’attento Lo Grasso, con grande sagacia tattica, fa sua la sfera e rilancia lungo per favorire la ripartenza di Bernardini. L’ex giocatore della Number Nine si ritrova a tu per tu con Borriello, vince il “face to face” con l’estremo difensore rivale e regala il vantaggio alla sua squadra. Nei restanti minuti del primo tempo, le due formazioni si affrontano a viso aperto, ma il risultato non cambia sino all’intervallo per la bravura dei due schieramenti difensivi, bravi a consentire ai rispettivi portieri di essere chiamati in causa per interventi dal basso coefficiente di difficoltà. Alla ripresa delle ostilità, la Mirafin si conferma all’altezza della situazione, si fa apprezzare per alcune giocate lineari e controlla senza particolari problemi la voglia di rivalsa degli avversari. L’Atletico Civitavecchia, non trovando particolari spazi per finalizzare la sua manovra offensiva, trova la forza per rimettere le cose a posto con Stefano Tangini, il quale trasforma di potenza una punizione dal limite dell’area, non lascia via di scampo a Lo Grasso e gela il numeroso pubblico di fede rossoblu presente in tribuna al PalaPestalozzi. Il quintetto allenato dal binomio Gobbi-Mantegazza non ci sta, si spinge a testa bassa in avanti e passa per la seconda volta in vantaggio con Bernardini, il quale trafigge Borriello con un chirurgico diagonale e si toglie la soddisfazione personale di siglare una doppietta dal peso specifico rilevante. La compagine portuale, non avendo in pratica alternative, si catapulta a pieno organico in avanti, ma i rossoblu sembrano poter arginare al meglio gli attacchi degli avversari. La formazione allenata da Nunzi, espulso in precedenza per proteste, proprio allo scadere sferra un importante colpo di coda e si crea i presupposti per raddrizzare le sorti della gara su rigore, decretato dall’arbitro per un fallo commesso ai danni del solito Caselli. Ad incaricarsi della trasformazione del penalty è lo stesso Caselli, il quale opta per una conclusione di potenza, ma trova sulla propria strada uno strepitoso Lo Grasso a strozzargli in gola la gioia del gol. Il numero uno rossoblu intuisce la staffilata dell’avversario, si rifugia in angolo e si rivela, ancora una volta, il valore aggiunto della sua squadra. La Mirafin, infatti, conduce in porto la preziosa vittoria, fa festa con i propri tifosi per i tre punti conquistati e, a causa della concomitante sconfitta della Lazio Calcetto, si rilancia prepotentemente in classifica generale.

Antonio Gravante

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scritto da

Calcio a 5

La formazione di Ostia non riesce a sfruttare al meglio il fattore campo nella classica sfida senza appello, issa bandiera bianca di fronte agli...

Calcio a 5

Sfoderando una prova collettiva senza sbavature, il quintetto del presidente Schiavi sbanca uno dei terreni di gioco più ostici della categoria (2-4) e prosegue...

Calcio a 5

La squadra di Iannaccone tira delle somme più che positive all'esordio assoluto in Serie C1: ottimo settimo posto. Capitan Dei Giudici e soci sono...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.