Connect with us

Cosa stai cercando?

Calcio

Il Pomezia Calcio si complica i piani di promozione diretta: vetta sempre più lontana

La formazione di Scaricamazza non approfitta della superiorità numerica, si fa imporre la spartizione della posta casalinga, nel big-match della ventottesima giornata, dall’Amatrice Rieti (1-1) e non riesce a tenere il passo della capolista W3 Maccarese. Capitan Lo Pinto e compagni, a sei giornate dalla conclusione della regular-season, accusano un ritardo di sette lunghezze dalla battistrada. La sfida del Comunale si decide nella ripresa: Teti apre le danze, il bomber Rossi pareggia i conti dal dischetto.

Luca Teti (Pomezia Calcio)
Il Team Manager del Pomezia Calcio, Franco Mancini, consegna un omaggio floreale al capitano dell’Amatrice, Liberato Filosa, in ricordo delle vittime del terremoto che ha colpito la cittadina sabina nell’agosto del 2016

Un pareggio che pesa come un macigno in chiave promozione diretta. Il Pomezia Calcio, pur giocando in superiorità numerica gran parte della gara, a seguito dei cartellini rossi rimediati da Aversa e Alessandro, espulsi rispettivamente al trentottesimo del primo tempo e al ventottesimo della ripresa, si fa imporre la spartizione della posta dall’Amatrice Rieti (1-1), resta al quarto posto in classifica e si allontana a sette lunghezze dalla lanciatissima capolista W3 Maccarese. La formazione del presidente Bizzaglia, tra l’altro, subisce anche l’allungo del Montespaccato, che grazie al concomitante successo sulla Luiss può contare, a sei giornate dalla conclusione della regular-season, su due punti di vantaggio nei confronti dei sabini e ben tre su Massella e compagni. Prima del fischio d’inizio, il Team Manager del Pomezia Calcio, originario di Amatrice, consegna un omaggio floreale al capitano degli amarantocelesti, Liberato Filosa, in ricordo delle vittime del terremoto che ha colpito la cittadina sabina nell’agosto del 2016. Passiamo alla gara. La prima azione degna di nota è dei ragazzi di Gardini, i quali trovano il corridoio giusto sulla corsia destra con Sarritzu. Il numero nove entra minaccioso in area e calcia sul primo palo, ma trova la puntuale risposta di Marcucci, bravo a sventare il pericolo con una provvidenziale respinta con i piedi. Gli amarantocelesti, nei minuti successivi, si fanno apprezzare per un’ottima organizzazione di gioco soprattutto a centrocampo, ma a sfiorare la marcatura sono i rossoblù. Massella, dalla trequarti campo destra, crossa alla perfezione nel cuore dell’area per Teti, il quale di vede voltare le spalle dalla dea bendata. L’attaccante schiaccia di testa da posizione ravvicinata, ma la sfera, dopo aver rimbalzato a terra, termina di pochissimo sopra la traversa a portiere battuto. L’Amatrice Rieti, dal minuto numero trentasette, si trova costretta a giocare con un uomo in meno. Aversa ferma con le brutte maniere Plini lanciato a rete sugli sviluppi di un rapido ribaltamento di fronte. L’arbitro non ha dubbi ed estrae il cartellino rosso nei confronti del numero ventuno sabino per fallo da ultimo uomo. Sul susseguente calcio di punizione, la squadra di Scaricamazza sfiora il vantaggio con Corsetti, il quale indirizza il pallone sotto la traversa, ma trova pronto Egidio a rifugiarsi in corner. Il Pomezia Calcio, consapevole dell’importanza della posta in palio, prova a sfruttare la superiorità numerica nel corso della ripresa e, nei primi giri di lancette, mette due volte i brividi agli avversari. Prima Teti calibra male il pallonetto dal limite dell’area e consente una comoda presa a Egidio, poi Corsetti, sempre dai diciotto metri, indirizza il pallone nell’angolino alto, ma colpisce in pieno lo stesso Teti e consente agli avversari di tirare un lungo sospiro di sollievo per via dello scampato pericolo. Successivamente l’occasione giusta per sbloccare il risultato capita a Lahrach, il quale colpisce di testa indisturbato nei pressi del secondo palo, a seguito di un preciso cross del generoso Corsetti, ma pecca di cinismo e spedisce il pallone sul fondo. Tale episodio, tutto sommato, fa da preludio al vantaggio dei ragazzi del presidente Bizzaglia. L’azione parte sempre dai piedi di Corsetti, il quale guadagna il fondo sulla sinistra e crossa in piena area, Massella colpisce di testa, ma esalta i riflessi di Egidio. Poco male. Sulla ribattuta del portiere reatino, il solito Teti si avventa come un falco sulla sua preda, fa centro con un preciso colpo di testa e indirizza il match nei binari giusti. Lo stesso Teti, cinque minuti dopo, ha una ghiotta chance per raddoppiare di rimessa, ma alza troppo la mira, con il portiere rivale proteso in uscita disperata, e non inquadra lo spazio delimitato dai tre legni. L’Amatrice Rieti, a tredici minuti dalla conclusione, applica la famosa legge non scritta del calcio “gol mangiato, gol subito” e perviene al pareggio con il bomber Rossi, il quale si procura e trasforma, con un’esecuzione perfetta, un calcio di rigore. Qualche giro di lancette più tardi, la squadra sabina rimane in nove per l’espulsione di Alessandro, allontanato dall’arbitro per proteste. Il Pomezia Calcio, a quel punto, prova generosamente a spostare l’ago della bilancia dalla propria parte, ma non riesce a forzare il bunker difensivo rivale e si trova costretta a collezionare il secondo pareggio consecutivo a tutto vantaggio della W3 Maccarese, che approfitta dell’occasione per rafforzare il primato in classifica.

Antonio Gravante

© RIPRODUZIONE RISERVATA  

Scritto da

Calcio a 5

La formazione di Ostia non riesce a sfruttare al meglio il fattore campo nella classica sfida senza appello, issa bandiera bianca di fronte agli...

Calcio a 5

Sfoderando una prova collettiva senza sbavature, il quintetto del presidente Schiavi sbanca uno dei terreni di gioco più ostici della categoria (2-4) e prosegue...

Calcio a 5

La squadra di Iannaccone tira delle somme più che positive all'esordio assoluto in Serie C1: ottimo settimo posto. Capitan Dei Giudici e soci sono...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.