Connect with us

Cosa stai cercando?

Calcio a 5

La Mirafin ribalta il Cures: vittoria e terzo posto in classifica

Aggancio riuscito. La Mirafin esce prepotentemente fuori alla distanza nel corso della ripresa, espugna in rimonta l’ostico rettangolo di gioco del Cures (1-3), colleziona il quarto risultato utile consecutivo e raggiunge al terzo posto proprio la compagine sabina.

Aggancio riuscito. La Mirafin esce prepotentemente fuori alla distanza nel corso della ripresa, espugna in rimonta l’ostico rettangolo di gioco del Cures (1-3), colleziona il quarto risultato utile consecutivo e raggiunge al terzo posto proprio la compagine sabina. I padroni di casa, nella prima parte della gara, si mostrano più propositivi e sfiorano in un paio di circostanze la marcatura con Daniele Rocchi, il quale costringe Favale a fare gli straordinari per lasciare il punteggio a reti bianche. Il Cures vede premiati i propri sforzi al quattordicesimo giro di lancette: Ramazio, con un gran sinistro dalla lunga distanza, scaraventa la sfera sotto la traversa. La compagine reatina, nei minuti seguenti, subisce in rapida successione due espulsioni. Ramazio si vede sventagliare in faccia il cartellino rosso per un gesto antisportivo, poi Cittadini, in situazione di inferiorità numerica, prova ad opporsi con il corpo, nei pressi della linea di porta, a una conclusione a botta sicura di Chiomenti. L’arbitro, però, nota un tocco con la mano del giocatore di Passo Corese, spedisce anzitempo sotto la doccia un secondo giocatore bianconero e decreta un penalty a favore dei ragazzi del presidente Raffaele Mirra. Ad incaricarsi della trasformazione è l’esperto Evandro, il quale opta per una soluzione di potenza, ma sbaglia l’impatto con il pallone e fallisce clamorosamente il bersaglio grosso. Agevolata nel proprio compito dal fatto di giocare in una situazione di cinque contro tre, la Mirafin fa girare ottimamente la sfera e ristabilisce la parità Messina, il quale di limita a spingere in rete, da pochi passi, un assist perfetto di Silvestrini. Il Cures, a cavallo dei due tempi, va vicinissimo al vantaggio con Calzetta, il quale trova in entrambi i casi uno straordinario Favale e negargli la gioia del gol. La squadra pometina, nel momento topico del match, si fa apprezzare per un’ottima solidità difensiva e realizza la rete del raddoppio con Chiomenti. L’ex Fortitudo Pomezia fa una giocata da autentico pivot di razza, stoppa in maniera impeccabile un passaggio in parallelo di Evandro nei pressi del dischetto del tiro libero, calcia di sinistro e trafigge Maresca, il quale non riesce a trattenere il pallone e incassa una rete piuttosto evitabile. Il Cures, non avendo in pratica alternative, negli ultimi giri di lancette si affida al power play, ma la Mirafin applica alla lettera le direttive dalla panchina, tiene molto bene il campo e chiude definitivamente i conti per merito di Lorenzo Rocchi, il quale intercetta la sfera nella propria metà campo, fa centro nella porta sguarnita e mette il classico punto esclamativo sulla vittoria che vale il terzo posto in classifica.

Antonio Gravante

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scritto da

Calcio

La formazione rutula conclude all’ultimo posto la prima stagione della sua storia sul massimo palcoscenico calcistico regionale. De Angelis e compagni terminano le fatiche...

Calcio

La squadra verdeblù, retrocessa matematicamente in Promozione da alcune settimane, termina le fatiche stagionali con una pesante sconfitta esterna (8-0). I ragazzi di Parrella...

Calcio

La squadra allenata da Casciotti termina la regular-season con una vittoria di misura sul C.S. Primavera (1-2), si piazza al secondo posto alle spalle...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.