Connect with us

Cosa stai cercando?

Calcio

Aranova, poker servito all’Academy Ladispoli: salvezza diretta sempre più vicina

Missione compiuta. La squadra del presidente Schiavi conquista tre punti di platino in trasferta (2-4), rientra in carreggiata dopo i passaggi a vuoto accusati con Montespaccato e Amatrice Rieti e mette una seria ipoteca sulla riconferma diretta in Eccellenza. Gli aeroportuali, a sette giornate dalla conclusione della regular-season, posso contare su dieci lunghezze di vantaggio dalla zona play-out. Teti e Forti indirizzano il match nei binari giusti, Germoni e La Ruffa smorzano definitivamente le velleità dei ragazzi di Puccica nel momento topico della ripresa.

Luca Germoni (Aranova)
Ivan Forti (Aranova)
Alessio Teti (Aranova)

L’Aranova rialza la testa nel momento più opportuno del campionato. Dopo aver issato bandiera bianca di fronte al Montespaccato e all’Amatrice Rieti, compagini che si stanno giocando la promozione diretta in Serie D insieme alla capolista W3 Maccarese e all’ambizioso Pomezia Calcio, la formazione allenata da Vigna conquista tre punti di platino nel confronto diretto con l’Academy Ladispoli (2-4) e rialza in maniera esponenziale le proprie quotazioni salvezza. I ragazzi del presidente Schiavi, in virtù di tale exploit, incrementano a dieci lunghezze il vantaggio sulla zona play-out. Le due contendenti, nelle battute iniziali della gara, sentono troppo il peso della posta in palio e non riescono a sfruttare al meglio il rispettivo potenziale offensivo. Il primo episodio di rilievo si registra alla mezz’ora. L’Aranova usufruisce di un calcio di rigore per una deviazione fortuita con il braccio di Alessandro Colace su punizione battuta da Germoni. Ad incaricarsi della trasformazione è l’ex Teti, il quale si fa ipnotizzare da Tomarelli, bravo a distendersi in tuffo sulla sua destra e a sventare la minaccia. Il vantaggio dell’Aranova, cronometro alla mano, viene rimandato soltanto di qualche minuto: La Ruffa, servito in profondità da Tartaglione, vince il duello in velocità con Ranieri e crossa alla perfezione nel cuore dell’area per Teti, il quale insacca da pochi passi, si fa perdonare immediatamente dell’errore dal dischetto commesso in precedenza e consente alla sua squadra di andare al riposo con il morale alto. La formazione aeroportuale, al quarto d’ora della ripresa, consolida il vantaggio con Forti, il quale approfitta di un clamoroso errore di Iurato su un’impostazione dal basso, si districa al meglio tra un paio di avversari e trafigge l’attonito Tomarelli con una staffilata di rara potenza e precisione che termina la propria corsa sotto la traversa. L’Academy Ladispoli, a quel punto, ha una generosa reazione e, a metà periodo, dimezza le distanze con Pelizzi, bravo a girare alle spalle di Zonfrilli un assist al bacio di Aracri. La gioia dei padroni di casa, però, dura pochi giri di lancette. L’Aranova allunga di nuovo il passo grazie a un secondo penalty a suo favore, decretato dall’arbitro per un fallo commesso ai danni di Teti. Questa volta sul dischetto si presenta il terzino Germoni, il quale non sente minimamente il peso della responsabilità, spiazza Tomarelli e indirizza il match ulteriormente in discesa. Galvanizzata nel morale, la squadra di Vigna, nei minuti seguenti, gestisce con piglio autoritario la situazione favorevole e, alla mezzora esatta, cala il poker con La Ruffa, il quale fa centro con un gran destro dal limite dell’area e chiude a doppia mandata in cassaforte l’intero bottino. L’Academy Ladispoli, pungolato nell’orgoglio, chiude generosamente la gara in avanti e si toglie la parziale soddisfazione di ridurre il passivo con Iurato, il quale approfitta di una disattenzione del pacchetto di difesa fiumicinense e infila Zonfrilli proteso in uscita. La squadra di Vigna, dunque, torna a casa con tre punti di platino in tasca e, alla luce del netto vantaggio acquisito sulla zona play-out, ha validi motivi per guardare con rinnovato ottimismo alle restanti sette gare ancora da giocare della regular-season.

Antonio Gravante

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scritto da

Calcio a 5

La formazione di Ostia non riesce a sfruttare al meglio il fattore campo nella classica sfida senza appello, issa bandiera bianca di fronte agli...

Calcio a 5

Sfoderando una prova collettiva senza sbavature, il quintetto del presidente Schiavi sbanca uno dei terreni di gioco più ostici della categoria (2-4) e prosegue...

Calcio a 5

La squadra di Iannaccone tira delle somme più che positive all'esordio assoluto in Serie C1: ottimo settimo posto. Capitan Dei Giudici e soci sono...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.