Connect with us

Cosa stai cercando?

Calcio

L’Ostiamare cede lo scettro di leader: la Nocerina espugna l’Anco Marzio

La capolista Ostiamare si ferma sul più bello. La squadra, pur disputando una prova collettiva generosa, si arrende in casa alla blasonata Nocerina (0-1), incassa la prima sconfitta stagionale e subisce il sorpasso in classifica dagli stessi salernitani, Budoni e Cynthialbalonga. L’entourage biancoviola punta il dito nei confronti dell’arbitro per come ha interpretato alcuni episodi.

La capolista Ostiamare si ferma sul più bello. La formazione allenata da Perrotti, pur disputando una prova collettiva generosa, si arrende in casa alla blasonata Nocerina (0-1), interrompe bruscamente la striscia vincente, che durava da due giornate, e si trova costretta, per forza di cose, a cedere lo scettro di leader della classifica al terzetto composto dagli stessi salernitani, Budoni e Cynthialbalonga. L’entourage biancoviola, senza nulla togliere ai meriti degli avversari, punta il dito nei confronti del direttore di gara per come ha interpretato alcuni episodi. Ma andiamo con ordine. I lidensi partono bene e, a metà primo tempo, si rendono pericolosi con Icardi, che si destreggia in piena area, ma poi calcia sopra la traversa. Successivamente i capitolini reclamano un penalty per un fallo commesso ai danni di Simonelli, il quale va giù in area dopo il disturbo da parte di un avversario. Il fischietto di Venezia, tra le vibranti proteste dei biancoviola, non ravvisa gli estremi per l’assegnazione della massima punizione e, tra l’altro, estrae il cartellino giallo alla punta. I ragazzi di Perrotti, poco più tardi, mettono i brividi ai campani con Mencagli, il quale trova l’opposizione di Crasta, bravo a sbrogliare una situazione piuttosto delicata. La Nocerina, però, si conferma una squadra di grande spessore e, sette minuti dopo la mezz’ora, prova a spezzare l’equilibrio dalla distanza: Guida, però, trova la splendida risposta di Morlupo, abile nella circostanza a deviare la sfera in angolo. Sugli sviluppi del susseguente tiro dalla bandierina, la squadra campana passa in vantaggio con Uliano, il quale trova lo spiovente giusto per trovare il classico bandolo della matassa, infilare il portiere biancoviola e consentire ai propri compagni di andare al riposo con la dote di una rete di vantaggio. L’Ostiamare, nelle prime battute della ripresa, prova a rientrare in partita e, al dodicesimo minuto, reclama un secondo penalty per una vistosa strattonata ai danni di Icardi, che non a caso sarà costretto a

cambiare la maglia strappata. L’arbitro, però, anche in questo caso, non vede gli estremi per l’assegnazione del rigore. L’Ostiamare, nonostante tutto, prova generosamente a rientrare in partita e, alla mezz’ora, fallisce una buona opportunità con Mencagli, il quale si presenta minaccioso in area, ma viene anticipato al momento della conclusione dal bravo Venturini. Successivamente ci prova in scivolata Bernardini, ma la Nocerina si salva sulla linea con portiere e difensore, bravi nella stessa azione a murare altri due tentativi sulle seguenti ribattute. I lidensi protestano nuovamente sul tiro a botta sicura di Sardo. Il pallone sembra aver superato completamente la linea di porta, ma l’arbitro non è dello stesso avviso. L’Ostiamare, di conseguenza, manda giù il primo boccone amaro in campionato, ma esce decisamente dal campo a testa alta per aver disputato una prova collettiva generosa. “Per una pura coincidenza mi trovano dietro la porta della Nocerina al momento del tiro di Sardo – precisa Roberto Di Paolo, presidente dell’Ostiamare – . Ci tengo a precisare che ho esultato. Il pallone ha varcato completamente la linea di porta prima della respinta del giocatore della Nocerina. Il direttore di gara, tra l’altro, ci ha negato due rigori sacrosanti. Come accaduto nello scorso campionato, cominciamo la nuova stagione con una direzione di gara che ci ha penalizzato”.

Antonio Gravante

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scritto da

Calcio a 5

Il quintetto del presidente Schiavi paga dazio in Toscana, chiude al secondo posto il triangolare e non riesce a conquistare il pass per l’ultimo...

Calcio a 5

Il quintetto del presidente Cirillo si inchina alla distanza, nella splendida cornice del Pala Cattani di Faenza, alla compagine siciliana. I capitolini partono forte...

Calcio

La squadra di Colantoni non riesce a rimontare la rete di svantaggio accumulata in gara-1, pareggia con il risultato ad occhiali il return-match col...

Ti potrebbero interessare

Calcio

Il quinto e ultimo giro di lancette del recupero accordato dall’arbitro sorride all’Indomita Pomezia nella seconda giornata del Campionato di Promozione. La squadra di...

Calcio

Costretta a fare di necessità virtù, a causa dei cartellini rossi rimediati da Castelluccio e Scibilia, il primo a metà del primo tempo e...

Calcio a 5

Non poteva esserci una scritta più azzeccata sullo striscione che campeggiava a bordo campo. “Senza sacrificio non può esserci vittoria”. Questo è il messaggio...


Copyright © 2023 La Gazzetta Pontina

LA GAZZETTA PONTINA - L'INFORMAZIONE SPORTIVA DEL LITORALE LAZIALE
Autorizzazione del Tribunale Civile di Velletri n. 12/2008 del 29/04/2008
Direttore Responsabile: Antonio Gravante
Proprietario ed editore: SPORT SERVICE di Antonio Gravante
Sede e redazione: Via Luigi Sturzo, 14 - 00040 Pomezia
Email: lagazzettapontina@gmail.com

Realizzazione: SeaMedia

Testi, fotografie, grafica e contenuti inseriti in questo portale non potranno essere copiati, pubblicati, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte di utenti e di terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma, se non espressamente autorizzati dalla proprietà del sito.